IISS_IM_4.jpg
Percorso: Cicli > XXIX ciclo

Presentazione XXIX Ciclo

E-mail Stampa PDF

Informazioni generali

Anno di istituzione: 2013-2014
Sede amministrativa: Università degli Studi della Basilicata - Scuola di Ingegneria (SI-UniBas)
Durata prevista: 3 anni
Aree CUN interessate: 
Area 08 - Area 09 - Area 02 - Area 04
Requisiti di ammissione: Tutte le Lauree: vecchio ordinamento, specialistica, magistrale; titolo estero dichiarato equipollente oppure riconosciuto idoneo per l’accesso al dottorato. Per gli studenti stranieri conoscenza della lingua italiana o inglese, da accertare durante la prova orale
Modalità di ammissione: titoli ed orale


Obettivi formativi

L'elaborazione, la realizzazione e l'adozione di modelli di sviluppo sostenibile necessita della convergenza di metodologie e tecnologie innovative riconducibili a diversi ambiti disciplinari. Pertanto, l'obiettivo principale del Corso di Dottorato è quello di formare ricercatori di elevata qualificazione scientifica, in grado di contribuire alla elaborazione e realizzazione di modelli di sviluppo innovativi, efficienti, socialmente sostenibili e finalizzati alla protezione dell’ambiente e del territorio. Data l'eterogeneità e la complessità dei sistemi e dei fenomeni coinvolti, i futuri dottori di ricerca saranno caratterizzati dalla capacità di integrare competenze specialistiche con metodologie di carattere generale e conoscenze trasversali, nonché da rigore metodologico e sensibilità agli sviluppi applicativi. Le competenze specialistiche saranno maturate in uno dei seguenti ambiti: metodi e tecnologie per il monitoraggio e la tutela dell'ambiente, metodologie di analisi, prevenzione e riduzione dei rischi naturali, gestione delle materie prime, sistemi energetici e di produzione industriale, metodi e sistemi per il trattamento e la trasmissione dell'informazione. I futuri dottori di ricerca dovranno acquisire anche competenze trasversali nell'ambito della sensoristica, degli strumenti da piattaforma satellitare, della modellistica e analisi di sistemi complessi interagenti e delle tecnologie di interesse generale.

Ultimo aggiornamento ( Lunedì 16 Giugno 2014 13:14 )