GEODESIGN Workshop

Con il Prof. Michele Campagna due giornate di formazione sul "Geodesign"

Nell'ambito del corso di formazione SMART BASILICATA of3 il LISUT organizza un seminario di presentazione e sperimentazione dell'approccio del Geodesign (sviluppato dal prof. C. Steinitz ref).

LISUT - 9 e 10 Gennaio 2018

 

La conferenza AISRE 2017 a Cagliari

XXXVIII Conferenza scientifica annuale

Cagliari (CA), 20-22 Settembre 2017

Innovazione, sistemi urbani e crescita regionale Nuovi percorsi di sviluppo oltre la crisi

La lunga crisi economica che ha segnato l’ultimo decennio ha avuto conseguenze gravi e diversificate tra regioni, territori e aree urbane, sulle quali hanno inciso i costi generati dal processo di globalizzazione e dalla incompleta integrazione economica. Tali effetti sono stati amplificati da squilibri nel commercio internazionale e nella finanza globale, che hanno influenzato in modo differenziato le capacità di resilienza delle economie locali. Oggi, anche i deboli segnali di ripresa non si diffondono in modo omogeneo tra regioni e territori.

Obiettivo della XXXVIII Conferenza AISRe è di stimolare e orientare la ricerca scientifica nell’ambito delle Scienze Regionali verso l’analisi dei fattori – locali ma anche globali – rivolti a condizionare il processo di sviluppo regionale dopo la crisi. L’analisi deve approfondire le caratteristiche strutturali delle regioni che se, da una parte, le hanno rese vulnerabili alla crisi, hanno anche generato resilienza, adattamento e rinnovamento. Queste caratteristiche sono fondamentali nell’innescare i meccanismi che permetteranno non solo il recupero di quanto eroso dalla crisi negli ultimi dieci anni, ma anche identificheranno nuove traiettorie di crescita regionale più produttive, sostenibili e inclusive.

In questa fase di ripresa gli imprenditori locali saranno tra i principali agenti di cambiamento che, traendo beneficio dai vantaggi localizzativi ed essendo continua fonte di innovazione nella ricerca di opportunità di sviluppo, contribuiranno positivamente alle trasformazioni dei sistemi economici locali, delle comunità che li animano e delle istituzioni che ne regolano il funzionamento.

Territori con elevati tassi di imprenditorialità sono caratterizzati da intensa attività innovativa, facilitata, a sua volta, dalla presenza di reti sociali che promuovono il pensiero creativo e la diffusione della conoscenza. Luoghi con queste caratteristiche sono anche quelli più fortemente attrattivi per i lavoratori (anche stranieri) con elevati livelli di istruzione e competenze, che concorrono a intensificare le reti inter-regionali e internazionali di conoscenza e a rafforzare i processi di collaborazione scientifica all’interno dei sistemi regionali dell’innovazione.

L’innesco dei meccanismi virtuosi di uscita dalla crisi per intraprendere un percorso di crescita sostenibile è nelle possibilità della buona politica. I governi locali sono chiamati ad agire in tal senso, attraverso interventi mirati al sostegno delle attività innovative delle imprese e delle produzioni intelligenti, sia nel settore industriale che nei servizi (trasporti, turismo, cultura e salute). L’efficacia di tali politiche – in termini di nuovi posti di lavoro, più elevata produttività delle imprese, maggiori capacità di investire e di competere nei mercati internazionali – dipenderà in modo significativo dallo sforzo di rinnovamento che l’amministrazione pubblica saprà imprimere ai propri meccanismi di funzionamento.

Infine, nel delineare le nuove traiettorie di crescita, un ruolo di grande responsabilità spetta all’università, come istituzione deputata non solo allo sviluppo della ricerca di base e applicata e all’innalzamento dei livelli di alta formazione, ma anche all’individuazione delle professionalità del futuro, al trasferimento tecnologico verso i territori e, soprattutto, alla promozione dei valori di apertura, inclusione, tolleranza e apprezzamento per la diversità nell’interesse delle generazioni future. 

Strategie per la rigenerazione urbana nei centri storici in aree fragili

Seminario organizzato dal CENSU Basilicata a Venosa il 6 Ottobre 2017

A Venosa, uno dei borghi più belli d’Italia a metà del percorso “Basilicata coast to coast “, venerdì prossimo rifletteremo sulla rigenerazione urbana per i Centri Storici in aree fragili con Maurizio Tira, Giuseppe Las Casas ,Beniamino Murgante in un’importante iniziativa del neo costituito CeNSU di Potenza.

URBING 2017

Rilancio e accreditamento della tecnica nell'urbanistica italiana

27/28 Ottobre 2017 - Università di Brescia

 

Attachments:
Download this file (locandinaA3 2017.qxd.pdf)URBING 2017[ ]337 kB

Smart Cities and Planning: New Urban Agenda, New Urban Analytics

by UCL Centre for Advanced Spatial Analysis

In this two day conference we explore the relation and relevance of smart city interventions and analytics to urban needs as expressed in the New Urban Agenda, which was agreed in 2016 at the UN's Habitat III Conference in Quito. To investigate and interrogate these relationships, the project team has identified three core elements of city policy where smart approaches and applications will be considered: governance, effectiveness and transferability.

Governance – what are the conditions that support the delivery of urban? Are there specific arrangements where smart city developments can support and be supported by the NUA which has specific requirements including stakeholder participation and collaboration, the integration of urban and rural areas and the provision of adequate, inclusive, quality public services.

Effectiveness – how can smart city applications best be deployed in implementing and monitoring the NUA programmes? The delivery of the NUA requires effective service design, procurement and management. How can smart city ICT be exploited to support this work without cities becoming over reliant on inflexible technologies. The effectiveness of smart city and urban analytic interventions will depend on their ability to maintain citizen trust and security; how can governance in support of trust and security best be managed transparently?

Transferability – which applications can be used by a wide range of institutions and organizations to benefit localities, cities and their environment and economies? Under the NUA the integration of urban and rural areas requires their networking both socially, economically and electronically. How can the use of electronic links best support the development of the trusted networks required for community cohesion and economic activity? To what extent will the effectiveness of smart city interventions be culturally determined? Can the sensors and controls of the smart city be used effectively to manage and maintain network resilience and city sustainability in areas where supply networks are themselves vulnerable?

This event is designed to open up the debate and aims to include discussants from both practice and academia. The purpose of this conference is to understand the current level of progress and challenges for policy makers and service deliverers in some key areas within the public sector of the UK in the context of the NUA. In bringing together a group of participants who have experience and knowledge in these fields, the project is expecting to identify potentially positive practices, blockages and options for wider roll out.