Il Progetto Lauree Scientifiche, promosso dal MIUR a partire dal 2005, interessa 4 aree (Chimica, Matematica, Fisica e Scienze dei materiali) ed è nato per favorire le vocazioni scientifiche in particolare nelle aree indicate. Ha trovato coinvolte Federchimica, MIUR, e Uffici Scolastici Regionali ed ha previsto, già dalla sua istituzione, un Tavolo Tecnico di cui fanno parte i Rappresentanti delle Istituzioni indicate e i Coordinatori dei Progetti di area.

Nel 2010 il Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca ha rilanciato il Progetto Lauree Scientifiche con l’obiettivo di mettere a sistema le pratiche migliori e di sperimentare nuove azioni che rafforzino ulteriormente i rapporti tra Scuole, Università e mondo del lavoro. Tenuto conto delle indicazioni ministeriali e dei finanziamenti disponibili il precedente Progetto Lauree Scientifiche è stato trasformato in Piano Nazionale Lauree Scientifiche (di seguito PLS), per sottolineare la necessità di passare dalla sperimentazione a una realizzazione di sistema ed ha elaborato delle Linee Guida, che comprendono:

  • finalità;
  • obiettivi, azioni e indicazioni di standard, metodologie;
  • attività trasversali nazionali;
  • il governo dei progetti.

In particolare gli obiettivi verso gli studenti sono:

  • offrire agli studenti degli ultimi anni delle Scuole Superiori opportunità di conoscere temi, problemi e procedimenti caratteristici dei saperi (scientifici), anche in relazione ai settori del lavoro e delle professioni, al fine di individuare interessi e disposizioni specifiche e fare scelte consapevoli in relazione a un proprio progetto personale;
  • mettere in grado gli studenti degli ultimi anni delle scuole superiori di autovalutarsi, verificare e consolidare le proprie conoscenze in relazione alla preparazione richiesta per i diversi corsi di laurea (scientifici), come indicato nell’art.6 del D.M. n. 270/2004 e nell’art.2 del D.Lgs. n. 21/2008.

Tali azioni sono compito primario degli Istituti Scolastici e dei loro insegnanti, con la collaborazione delle Università, pertanto ulteriori obiettivi del PLS sono:

  • mantenere la finalità di formazione degli insegnanti,  perfezionare le conoscenze disciplinari e interdisciplinari degli insegnanti e la loro capacità di interessare e motivare gli allievi nell’apprendimento delle materie scientifiche, nonché sostenerli nel processo di orientamento pre-universitario;
  • inserire e estendere nella direzione più generale possibile l’innovazione curriculare;
  • rivedere i contenuti e le metodologie dell’insegnamento-apprendimento delle discipline scientifiche in tutti i gradi della scuola, anche tenendo conto delle nuove indicazioni nazionali per il primo e secondo ciclo.

_____________________


Per raggiungere le finalità indicate, il Piano Lauree Scientifiche ha mantenuto le idee portanti
che si sono mostrate efficaci nella sperimentazione 2005-2009, quali:

- conseguire allo stesso tempo l’orientamento degli studenti e la formazione degli insegnanti attraverso la progettazione e la realizzazione congiunta da parte di docenti della Scuola e dell’Università di laboratori per gli studenti, sviluppando in tal modo anche le relazioni fra il sistema scolastico e quello universitario;

- collegare consapevolmente le attività del Piano con l’innovazione dei curricula e delle metodologie didattiche adottati negli Istituti Scolastici, nonché dei contenuti e delle modalità della formazione degli insegnanti (iniziale e in servizio), per il primo e il secondo ciclo.

Chi è online

Abbiamo 3 visitatori e nessun utente online